LA CLASSE 2C DELL'IC1 (SECONDARIA 1 GRADO)SAN SALVO (CH) PARTECIPA AL CONCORSO TESTIMONI DEI DIRITTI ANALIZZANDO L'ART.13 DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO.



NELLA SHOAH: "UN GIUSTO"

Il buio che ha coperto tanti periodi della storia dell'uomo è stato fitto ,soprattutto ,quando la follia di un uomo ha privato della dignità un popolo ,quello ebraico uccidendo oltre la materia la propria anima.I ragazzi sono stati chiamati a riflettere sulla Shoah e a soffermarsi, però ,sull'immagine positiva del giusto Don Enrico Beccari ,che con uno stemma falso della città di Larino ha salvato 73 ragazzi .Gli alunni hanno realizzato un cartellone e un video a riguardo.

Anna Frank : immigrata che insegna il perdono

Gli alunni delle classi prime del nostro Istituto dopo aver ricevuto alcune frasi prese dal diario di Anna Frank hanno dovuto sceglierne una e, attraverso un disegno o un breve commento riflettere su ciò che tale frase suggeriva evidenziando l'emozione provata.


PAGINA INSTAGRAM 2citestimonideidiritti

L'UOMO E LA CREAZIONE NELLA VISIONE DANTESCA

Nella Divina Commedia c'è una visione tolemaica e la terra immobile nell'universo è creazione della virtù Divina. Il disegno iniziale vede da un lato il buio del caos primordiale e a destra la luce che illumina la terra e le creature che la abitano. San Francesco la definisce" Sora nostra madre terra" la quale ne sustenta e governa e produce frutti con coloriti fiori et herba .Il fluire del tempo vede l'uomo al centro dell'uni-verso con le influenze negative e positive che gli astri gli danno.

 L'arcobaleno rappresenta l'unione imprescindibile del cielo Dio e la terra gli uomini. 

ONU e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

E finalmente nel 1948 nasce la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo per contrastare il genocidio degli ebrei e tutto lo scempio avvenuto durante le guerre mondiali . I ragazzi hanno approfondito la Dichiarazione Universale in italiano, inglese e francese e successivamente hanno fatto un disegno scrivendo in inglese e francese(le lingue studiate)comma 2 e 1 dell'art. 13 , quello sull'immigrazione .

PAGINA INSTAGRAM 2citestimonideidiritti 



SULLE VIE DEL MONDO : LA CARITAS TESTIMONE TRA I BANCHI DI SCUOLA

Gli alunni della 2C ed altre classi del nostro Istituto sono stati protagonisti di laboratori interattivi tenuti da operatori volontari della Caritas diocesana Stefania Menna,  Claudia Canale, Gina Covelli Navas, Fernanda Covelli Navas su tematiche riguardanti :ACCOGLIERE IL FORESTIERO; MANGIANDO A SPASSO PER IL MONDO; ACQUA PACE E DIRITTI UMANI; NUOVI STILI DI VITA; FIABE E RACCONTI DI PAESI LONTANI. Grazie alle  competenze e alle testimonianze dei volontari i ragazzi hanno imparato che, aldilà del  colore della pelle, della cultura , della religione e delle tradizioni c'è sempre e solo l'UOMO.

ASCOLTO... E PARLO

Non si può accogliere senza un ascolto autentico , soprattutto in una società dove la comunicazione passa attraverso i social che offrono dei vantaggi, ma  che hanno anche tanti pericoli nascosti. Ed ecco quattro alunne della 2C sono state selezionate nel corso di formazione sulla Metodologia del Debate a Pescara, organizzato dalla scuola polo I.IS.Ovidio di Sulmona, guidate dalle professoresse Cordigliere Rosa e Bassarelli Elisa. Hanno dovuto confrontarsi con coetanei ed  imparare che ascoltare l'altro implica fatica, ma che un ascolto autentico apre la mente e arricchisce il cuore.

GIUSTIZIA E POVERTA'

Studiando il concetto di pace i ragazzi hanno imparato che essa scaturisce dalla libertà, dalla giustizia e dall'impegno. E la giustizia vuole che nel mondo non ci siano disuguaglianze sociali, tutti devono avere in modo sufficiente  cibo, vestiario.... In alcuni Paesi ,purtroppo , però c'è ancora tanta miseria , troppi conflitti e la lotta feroce  per la sopravvivenza  consolida il concetto  "vince il più forte". Un gruppo di volontari  dei Lions  di  Vasto e di San Salvo si sono recati in Etiopia, in un villaggio per aiutare dei bambini ad avere il necessario per vivere in modo dignitoso. Nei Paesi ricchi i bambini possono giocare sull'altalena....in quelli poveri l'unico" gioco "è  chiedere un tozzo di pane. Come si potrà risolvere questo atavico problema?

ARTICOLO 1  DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO

TUTTI GLI UOMINI NASCONO LIBERI ED UGUALI IN DIGNITA' E DIRITTI. ESSI SONO DOTATI DI RAGIONE E DI COSCIENZA E DEVONO AGIRE GLI UNI VERSO GLI ALTRI IN SPIRITO DI FRATELLANZA.

LA FAMIGLIA E' UNA SOLA

DICE PAPA FRANCESCO ..." SI  E' VERO  CHE LA PAROLA FAMIGLIA E' UNA PAROLA ANALOGA- SPIEGA CITANDO ESPRESSIONI COME...FAMIGLIA DI ANIMALI....FAMIGLIA DELLE STELLE...FAMIGLIA DEGLI ALBERI....- MA LA FAMIGLIA, IMMAGINE DI DIO , UOMO E DONNA, E' UNA SOLA". LA FAMIGLIA, PERO', E' MINACCIATA PER LA MANCANZA DI LAVORO, PIAGA DI CUI SOFFRONO I GIOVANI . BISOGNA CHE LE ISTITUZIONI POLITICHE DIANO SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE , AFFINCHE' CRESCANO SOLIDE E SERENE, E CHE POSSANO OCCUPARSI DELL' EDUCAZIONE  E DEL FUTURO  DEI FIGLI.  IN MOLTI STATI DEL MONDO , E, IN  EUROPA ,SOPRATTUTTO, NELLA ROMANIA , TROPPE  MADRI SONO COSTRETTE A LASCIARE I PROPRI FIGLI PER CERCARE UN LAVORO IN ALTRI STATI E, QUANDO SONO FORTUNATE POSSONO PORTARLI CON SE' INSIEME AL PROPRIO MARITO,  NELL' INCOGNITA DELLA VITA CHE TROVERANNO.

ITALIA -ROMANIA

IN UN GEMELLAGGIO D'AMORE

IN GEOGRAFIA , CON LA PROFESSORESSA  FEDERICA PETINI, I RAGAZZI HANNO APPROFONDITO IL TEMA SULL'EMIGRAZIONE NEGLI STATI EUROPEI, IN MODO PARTICOLARE NELLA ROMANIA. LA ROMANIA , PERCHE', SAN SALVO E' GEMELLATA CON LA CITTA'  RUMENA DI  TARNAVENI HANNO,ALTRESI', ANALIZZATO  IL SIGNIFICATO DELLE BANDIERE NELL'UNICITA' DEI COLORI.


NEL MEZZO DEL CAMMIN DI NOSTRA VITA...

I RAGAZZI HANNO STUDIATO IN LETTERATURA, CON  LA PROFESSORESSA  CORDIGLIERE  ROSA  DANTE ALIGHIERI E LA DIVINA COMMEDIA APPROFONDENDO ALCUNI ASPETTI DELL'INFERNO, DEL PURGATORIO E DEL PARADISO. LA SELVA OSCURA DI CUI PARLA DANTE E' IL PECCATO, PER CHI E' COSTRETTO AD EMIGRARE INVECE E' LA POVERTA', LA MISERIA...E GLI ALUNNI NEL LAVORO FATTO HANNO CONSIDERATO UNA FAMIGLIA  RUMENA IPOTETICA, CHE COSTRETTA DALLA  NECESSITA'  PENSA DI LASCIARE LA  PROPRIA TERRA E RECARSI IN UN POSTO, L'ITALIA, CERCARE LAVORO E DARE UN FUTURO AI  PROPRI FIGLI. LA VITA DIVISA IN DUE...DA UNA PARTE LA POVERTA'.. DALL'ALTRA LA RICCHEZZA. TRENITALIA...PERCHE', L' ITALIA, SEPPUR CON I SUOI PROBLEMI E' STATA SEMPRE UNA NAZIONE ACCOGLIENTE ED HA SEMPRE CERCATO DI FAVORIRE LA PIENA REALIZZAZIONE DELLA DIGNITA' UMANA.

RESTARE O PARTIRE?

QUALSIASI PERSONA PRIMA DI PRENDERE UNA DECISIONE VALUTA TUTTI GLI ASPETTI FAVOREVOLI E NON , PER NON AVERE RIMPIANTI, PER NON SBAGLIARE . CHI DEVE PARTIRE E DEVE LASCIARE TUTTO, PERSINO LE PROPRIE "RADICI" HA DUBBI CHE LO ATTANAGLIANO E GLI TOLGONO ANCHE IL RESPIRO. NELL'IMMAGINE UN UOMO ED UN PUNTO DI DOMANDA...INTORNO IL VUOTO DI UN PAVIMENTO BIANCO,SENZA CONTORNI, SENZA CONFINI, COSI' COM'E' ORA LA SUA MENTE.  RESTARE SENZA UN FUTURO FLORIDO O RISCHIARE DI TROVARE FORTUNA? COSI' NEGLI SQUILIBRI INGIUSTI,  CONFUSO E TIMOROSO SI SENTE CHI HA DIRITTO DI RIORIENTARE LA PROPRIA VITA E QUELLA DEI PROPRI CARI.

UNICEF IN AIUTO AI RAGAZZI

In un mondo globalizzato le distanze economiche e tecnologiche si sono annullate , ma non si sono annullate le disuguaglianze, c'è bisogno di un miglioramento reale, affinché ogni bambino, ogni ragazza  sia amata ed abbia almeno il necessario per vivere in modo dignitoso.Stupore ed incredulità nei ragazzi quando  hanno approfondito la Convenzione  ONU del Fanciullo. del 20 novembre del 1989 che vede l'UNICEF testimone d'onore nel rispetto dei diritti dei bambini, dei ragazzi e delle ragazze. ..Spesso, degli  innocenti sono vittime di carnefici senza scrupoli, di politiche culturali bieche ed ingiuste. Le nostre voci, fioche, si uniscono a quelle dei grandi  per denunciare le discriminazioni , per gridare la bellezza di crescere come uomini e donne con la stessa dignità, per aiutare chi non ha voce ad avere voce. Non si sceglie dove nascere, non si sceglie il sesso di appartenenza, non si sceglie la famiglia d'origine, ma si sceglie di essere liberi, si sceglie di essere felici e di far felici gli altri..Ed anche per sottolineare il nostro impegno concreto, i ragazzi del Consiglio comunale della scuola hanno  approfondito il tema dell'adozione nazionale ed internazionale, partecipando al concorso...L'adozione tra i banchi di scuola; mentre le classi prime stanno approdondendo il tema sull'Affido familiare. Nell'immagine si vede un bambino...con volto quasi da adulto(cresciuto in fretta,  che lascia il suo paese ) e nell'incognita del futuro si affida al  destino.



UN VIAGGIO ATTRAVERSO LO SPAZIO E IL TEMPO

I RAGAZZI HANNO STUDIATO CON IL PROFESSORE  SPALLETTA LEONARDO (MATEMATICA E SCIENZE) IL MOTO DEI CORPI NELLO SPAZIO E NEL TEMPO. NEL GRAFICO HANNO RAPPRESENTATO IL VIAGGIO CHE LA FAMIGLIA RUMENA FA PARTENDO DA TARNAVENI  ARRIVANDO A MONACO , DA MONACO A ROMA E DA ROMA A SAN SALVO. E' UN PERCORSO PIACEVOLE PER QUALCUNO, MA PER CHI LASCIA LA PROPRIA PATRIA E VA VERSO UN ALTRO STATO PUO' ESSERE DIFFICILE E DOLOROSO, SOPRATTUTTO PERCHE' NON SA COSA E CHI INCONTRERA'. SI ABBANDONA AL DESTINO O SI METTE NELLE MANI DI DIO...UN PO' COME DANTE CHE SI AFFIDA A VIRGILIO, CHE PER VOLERE DI DIO E PER INTERCESSIONE DI BEATRICE, ATTRAVERSO LA SELVA OSCURA...RITROVERA' LA STRADA DEl BENE. UN' ECO SI SENTE ...LA FRASE DELL' IM-MIGRATO CHE DICE " NON SONO PERICOLOSO...SONO IN PERICOLO"

UNA NUOVA PATRIA

GLI ALUNNI STUDIANDO I DIRITTI UMANI, E, SOFFERMANDOSI SUL VALORE DELLA PACE  HANNO PRESO CONSAPEVOLEZZA CHE , LO SVILUPPO DELLA CIVILTA'  SI BASA SULLA DIFESA DEI VALORI QUALE LA LIBERTA',  LA DIGNITA',LA VITA . C'E' UNO SQUILIBRIO TRA I PAESI PIU' AVANZATI PRODUTTORI DI DI BENESSERE E DI RICCHEZZA  E  I PAESI DOVE ,UNA VITA PIENAMENTE UMANA VIENE VIOLATA A CAUSA DI MANCANZA DI LAVORO O DI POLITICHE SBAGLIATE. LA NOSTRA COSTITUZIONE HA LEGISLAZIONE ESCLUSIVA IN POLITICA ESTERA ...DIRITTO DI ASILO...IMMIGRAZIONE.. NELL'IMMAGINE CHE SEGUE LA FAMIGLIA RUMENA SI FERMA A ROMA, DA SEMPRE "PATRIA DEL DIRITTO". IL DIRITTO COME ESPRESSIONE DEL PATTO SOCIALE, INDISPENSABILE PER COSTRUIRE RAPPORTI CONSAPEVOLI  TRA I CITTADINI E TRA QUESTI ULTIMI E LE ISTITUZIONI.  I GENITORI DI QUEL BAMBINO, SONO CONSAPEVOLI CHE IL LORO DIRITTO AD AVERE UNA NUOVA PATRIA E' TUTELATO,  CHE TROVERANNO SOLIDARIETA' , SICUREZZA...CHE SARANNO ACCOLTI.

A SCUOLA  PER IMPARARE LA COSTITUZIONE

IN OCCASIONE DELL' OPEN DAY , I RAGAZZI DEL CONSIGLIO COMUNALE  HANNO TENUTO UN PICCOLO LABORATORIO PER I RAGAZZINI DEL QUINTO ANNO DELLE PRIMARIE DELLA CITTA'  DI SAN SALVO SULL' EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA. ATTRAVERSO UN PICCOLO GIOCO  GLI ALUNNI  HANNO DOVUTO RICOSTRUIRE ART. 1 E ART. 12 DELLA NOSTRA  COSTITUZIONE. NELL'I.C.1  SALVO D'ACQUISTO SAN SALVO SI" GIOCA" A FARE I GRANDI.

NELL'INNO LA STORIA DI UN POPOLO

L' INNO NAZIONALE  RACCONTA UN PO' DELLA  STORIA DI UNO STATO. L' ATTUALE  INNO DELLA ROMANIA ...RISVEGLIATI  RUMENO ...DERIVATO DALLE LOTTE  PATRIOTTICHE DELINEA IL RISCATTO  DALLA DITTATURA DI CEAUSESCU. I RAGAZZI DELLA 2C GUIDATI DAL PROFESSORE DI MUSICA  DI MARTINO CESARE HANNO SUONATO L'INNO CON IL FLAUTO . 

... CON LE  MANI IN PASTA

A CHI VIENE IN ITALIA DICIAMO..." BENVENUTI A CASA" E  COS'E' CHE  PUO' FAR SENTIRE  PIU' A CASA DI UN PIATTO DI PASTA? ED E' STATO  PROPRIO QUESTO IL PRESUPPOSTO CON IL QUALE E' NATA LA PRIMA  STARTUP DEL COMPRENSIVO 1 DEDICATA ALLA PASTA FRESCA, PROMOSSA  DAL PROFESSORE CLAUDIO SABATINI ( TECNOLOGIA) CON I RAGAZZI DELLA 2C. LE PASTE SONO PRODOTTE  IN DIVERSE TRAFILE , IN UN PROCESSO CHE RICORDA QUELLO DELLE NONNE, CHE IMPASTAVANO ACQUA E FARINA RIUNENDO TUTTA LA FAMIGLIA PER IL PRANZO.  ED ANCORA...GLI ALUNNI HANNO SPERIMENTATO UNO STRUMENTO CARATTERISTICO ABRUZZESE PER FARE LA PASTA " ALLA CHITARRA". E CON IL BENVENUTO A CHI E' STRANIERO DONIAMO UNA DELLE NOSTRE PIU' BELLE TRADIZIONI,  CHE APPAGA LA VISTA E IL GUSTO.

IMPARANDO LECCORNIE RUMENE

QUESTA  E' LA VOLTA DI CIMENTARSI CON UN PIATTO TIPICO RUMENO!! ED ECCO LE NOSTRE BRAVISSIME CUOCHE PER UN GIORNO SOFIA,  NICOLE, TANIA ,FEDERICA  E  FRANCESCA CHE SI CIMENTANO A PREPARARE  UN DOLCE TIPICO RUMENO : LA PAPANASI.  GUSTATEVI IL VIDEO E IL SUO RISULTATO E SE SIETE BRAVI COME LE NOSTRE CUOCHE PROVETTE CIMENTATEVI ANCHE VOI ....IL VOSTRO PALATO VE NE SARA' GRATO!!

IL DIALOGO PER CRESCERE

LA CRESCITA DELLA DIVERSITA' RELIGIOSA E'STATA PERMESSA GRAZIE ALLO STATO DI DIRITTO CHE OFFRE  A GRUPPI RELIGIOSI DIFFERENTI DI ESISTERE FIANCO A FIANCO COME VICINI DI CASA. 
NELL' I.C.1 SALVO D'ACQUISTO SAN SALVO, TANTE SONO LE RELIGIONI PRESENTI: ORTODOSSA, ISLAMICA, BUDDISTA,EVANGELICA, TESTMONI DI GENOVA, PROTESTANTE.  LA SCUOLA ,PROPRIO IN VIRTU' DELLA LIBERTA' RELIGIOSA (nella Costituzione repubblicana il principio della libertà religiosa è sancito in tutta la sua completezza, sia sotto il profilo individuale che collettivo dall'art. 19 che afferma: «tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda ) OFFRE A CHI LO RICHIEDE LA MATERIA ALTERNATIVA . LA MAGGIOR PARTE ,PERO'  DELLE FAMIGLIE SCEGLIE DI AVVALERSI DELLA DISCIPLINA DELLA RELIGIONE CATTOLICA, CHE ALTRO NON E' , CHE LA STORIA DELLE RELIGIONI...QUESTO IMPLICA ,CHE IN UNA SOCIETA' APERTA , LE DIFFERENZE RELIGIOSE  DIVENTANO OCCASIONE DI DIALOGO PROFONDO, DI MAGGIOR APPREZZAMENTO DELLA VITA SPIRITUALE  DI UN POPOLO, E CONSAPEVOLEZZA DELLA DIVERSITA' DELL'ESISTENZA UMANA, E  COSI' NON  SI  TRASFORMA IN UNA SCUSA PER UN'OSTILITA'  PER LO STRANIERO, O IN UN PROGRAMMA DI INCOMPRENSIONI  E  DI ODI IRRAZIONALI. CON LA PROFESSORESSA CIERI MARIA GIUSEPPINA ( RELIGIONE) I RAGAZZI HANNO STUDIATO LA RELIGIONE ORTODOSSA E PER UN CONFRONTO CONCRETO CON QUELLA CATTOLICA HA INVITATO NELLA CLASSE 2C, UNA RAGAZZA ORTODOSSA JACOB DENISE , DELLA 2A( CHE SI AVVALE DELLA DISCIPLINA) A ILLUSTRARE  AI COETANEI LA PRIOPRIA RELIGIONE. 

LAVORI IN CORSO...C'E' UN MONDO DA COSTRUIRE


CI SARA' PACE QUANDO LA VITA DELL'UOMO SARA' ACCOLTA , RISPETTATA,AMATA SEMPRE ,DAL CONCEPIMENTO ALLA MORTE, SEMPRE CON IL MEDESIMO  AMORE, E IN OGNI PARTE DEL MONDO. 
( ERNESTO OLIVERO). MEMORE DI QUESTO, LA CLASSE 2C E IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI
( RAGAZZI DI TUTTE LE SEZIONI DEL NOSTRO ISTITUTO) HANNO FATTO UN GESTO DI ACCOGLIENZA E SOLIDARIETA' ACQUISTANDO LE ORCHIDEE UNICEF. I RAGAZZI HANNO INTERIORIZZATO, NEL LORO PICCOLO, CHE LE INGIUSTIZIE E I CONFLITTI SI POSSONO ELIMINARE SOLO ATTRAVERSO DEI GESTI CONCRETI.

ABRUZZO: FORTE E GENTILE

L'Abruzzo come definì Primo Levi  è "forte e gentile"...la frase è intesa come capacità di vincere le avversità che si unisce e si fonde nella bontà d'animo. Di tale bontà d'animo si è rivestita soprattutto la cittadina di San Salvo, che ha accolto tanti stranieri. La comunità straniera più numerosa è quella rumena ed è per questo che c'è stato un gemellaggio tra San Salvo e Tarnaveni. Nell'immagine una metafora insolita , ma significativa ...come nel paradiso gli occhi da Dio amati e venerati, fissi nella figura dell'orante, ci mostrano quanto le fossero giunte ,gradite le devote preghiere e Dante avverte che il suo desiderio di "salvezza" giunge al termine... così il comune di San Salvo nella persona del sindaco Tiziana Magnacca ha fissato uno sguardo compassionevole verso chi desiderava una vita migliore concretizzando l' art.13 comma 1. della Dichiarazione e offrendo la possibilità di non perdere le proprie radici, infatti ha messo a disposizione un ambiente, affinchè i ragazzi possano continuare a studiare la propria lingua per non dimenticarla... soprattutto, in vista di un futuro rientro (art.13 comma 2) nella patria natìa. Ed anche se avere una vita dignitosa è un diritto dell' uomo a noi piace concludere con questa frase... "Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell'ora buia di qualcuno non è vissuto invano" (Madre Teresa Di Calcutta) .

NELLA TERRA DI MEZZO

 LA CITTA'  DI SAN SALVO E' DIVENTATA  PER LA COMUNITA' RUMENA PRESENTE , LA TERRA DI MEZZO INTESA COME LA TERRA NUOVA DOVE ABITARE (ART.13 COMMA1 DICHIARAZIONE UNIVERSALE) E DA DOVE POTER RIPARTIRE ( ART.13 COMMA2  DICHIARAZIONE UNIVERSALE). ED OGGI  11 APRILE UNA SIGNIFICATIVA TESTIMONIANZA DI QUESTO L'HA DATA IL PRESIDENTE DELL' ASSOCIAZIONE RUMENA DI SAN SALVO, DECEBAL VENUTO NELLA CLASSE 2C , IL SIGNOR SIGMUND PUCZI. DOPO UNA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO #ILPERIMETRODEICUORI DA PARTE DEGLI ALUNNI FANCIULLO MARCO E COLASANTE SOFIA, IL SIGNOR PUCZI HA ILLUSTRATO  AI RAGAZZI COME SAN SALVO ABBIA ACCOLTO I RUMENI, E LE TANTE INIZIATIVE REALIZZATE CON IL COMUNE , LA CHIESA E GLI ALTRI ENTI PRESENTI NEL TERRITORIO.  HA ESORDITO DICENDO..." MI SONO COMMOSSO NEL VEDERE IL VOSTRO LAVORO, PERCHE' HO  RITROVATO IN ESSO AVVENIMENTI CHE APPARTENGONO ALLA MIA STORIA DI VITA, ANCHE SE IO SONO ANDATO VIA DALLA ROMANIA ,NON PER POVERTA' , MA PERCHE' NON C'ERA LA LIBERTA' CON IL REGIME DI CEAUSESCU". NON E' FACILE PARTIRE E SRADICARSI DA SICUREZZE RAGGIUNTE, PER CERCARE ORIZZONTI NUOVI, MA QUANDO SI GUARDA AL FUTURO CON SPERANZA, QUANDO, ANCHE SE SI RIPARTE DA ZERO, SI TROVA CHI HA FIDUCIA IN TE E CON AMORE TI OFFRE LA POSSIBILITA'  DI TRASFORMAZIONE, ALLORA TUTTO E' PIU' FACILE, TUTTO DIVENTA POSSIBILE. E SAN SALVO HA OFFERTO TANTE OPPORTUNITA', HA COSTRUITO UNA RETE DI SOLIDARIETA' E DI RISPETTO VERSO L'UOMO, PERCHE' E' DELL' UOMO CHE PARLIAMO E, NON DEL RUMENO , DELL' ALBANESE, DEL SERBO O DEL SENEGALESE. QUELLO CHE HA COLPITO I RAGAZZI E' STATA L'AFFERMAZIONE DEL PRESIDENTE PUCZI..." QUANDO SI VA IN UN NUOVO PAESE BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE, LA CULTURA DI QUEL PAESE,  PERCHE' SI E' OSPITI.." E FORSE IL SUCCESSO DI QUESTA INTEGRAZIONE E' DATA DAL FATTO CHE PUR NON PERDENDO LA PROPRIA IDENTITA' , LA COMUNITA' RUMENA HA ACCOLTO LA CULTURA ITALIANA.OLTRE AL SIGNOR PUCZI RINGRAZIAMO L'ASSESSORE MARIA TRAVAGLINI PER AVER DATO  MODO AI RAGAZZI DI VEDERE DA VICINO "IL MONDO RUMENO" DELLA LORO CITTA'.

L'I.C..1 SAN SALVO  E GLI STRANIERI

 Alcuni alunni della 2c si  sono recati  nella segreteria della scuola, ufficio alunni ed hanno chiesto l' incidenza del numero dei ragazzi stranieri nella scuola. Grazie alla gentile collaborazione dell' applicata Ivana hanno rilevato che, su 600 alunni 54 sono stranieri e il numero maggiore proviene dalla Romania.  Segue una breve , ma significativa intervista  a riguardo. Matilde e Marco hanno strutturato un aerogramma in merito agli stranieri presenti nel nostro Istituto.

MANGIANDO...

A "SPASSO PER L'EUROPA"

I ragazzi si sono appassionati all'idea di trovare nuove ricette, italiane, rumene e di altri paesi europei e di sperimentarle nei "laboratori" delle cucine delle proprie case. Hanno contestualizzato storicamente e geograficamente l'origine di alcuni cibi, per poter cogliere la dimensione culturale degli stessi. E, non solo, alcuni di essi si sono cimentati in lingua inglese  e...tutti  hanno dato prova di positive competenze di base delle nuove  tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Ed ancora ,questo progetto ha rafforzato la consapevolezza, che in cucina, come nella vita ognuno ha uguale facilita' di accesso a risorse o opportunita' , non importa se si e' donna o uomo . Vedrete, nei video che seguono ragazzi che, condividendo un momento di vita insieme si sono divertiti, hanno rafforzato  la loro unione, sono cresciuti nell'autostima, hanno imparato che il cibo di altri stati puo' essere buono come il proprio e, che è vero che il ...razzismo nasce dalla non conoscenza...L' apertura a nuove esperienze ci fa dire di essere globali e, di questo dobbiamo ringraziare ,anche la grande disponibilità dei genitori, che hanno ben accolto i provetti cuochi...la cucina in fiamme poteva essere una loro legittima paura!!

COLORIAMO I PENSIERI DI BELLO

L'amore , quell'amore che è principio e anima dell'universo, che muove il sole e le stelle è lo stesso amore che ha mosso l'Onu a stilare la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'uomo . Acquisire consapevolezza della dignità di ogni uomo è stata la meta di questo progetto, i ragazzi individualmente o in gruppo, con l'aiuto dell'insegnante e di persone esterne alla scuola hanno ricercato soluzioni alternative razionali ai problemi esistenziali ,operativi ,morali ,culturali e sociali di chi vuole uscire da una situazione drammatica e trovare altrove un futuro felice. Gli alunni per approfondire aspetti della Divina Commedia hanno partecipato a Pescara al teatro Massimo ad una rappresentazione sul viaggio di Dante . Hanno riconosciuto l'importanza degli organismi internazionali e delle leggi a difesa dei diritti ed hanno saputo confrontare criticamente comportamenti e aspetti della cultura rumena con quella italiana. Nell'immagine che segue in primo piano l'ONU, in fondo delle mani che sostengono questa importante organizzazione ,infine, di nuovo l'arcobaleno, perché, come dice Gianfranco Iovine" Si dice che l'arcobaleno sia la firma di Dio...ma è anche l'occasione per colorare i pensieri di bello".

I SOGNI NON HANNO FRONTIERE    Buon viaggio è l'augurio che vogliamo fare a chi ,con coraggio e determinazione decide di cercare altri "lidi" per vivere. I mostri da abbattere lungo il percorso, individuali e collettivi sono tutte le forme di egoismi e discriminazioni e, se la rotta è incerta, la nuova patria è lontana non bisogna mai arrendersi, perché le tenebre dell'ignoranza possono essere illuminate dalla luce della cultura e del Diritto. Il video che segue è l'interpretazione della canzone Buon viaggio di Cesare Cremonini ,da parte dell'alunna Soranno Rosachiara della classe 3 C ,assessore del consiglio comunale dei ragazzi della Cultura e dell'Istruzione. Lei ha fatto tesoro della frase del ministro Bussetti quando ha fatto visita alla nostra scuola "Ragazzi la cultura è l'unica strada che vi apre le menti e vi rende persone e cittadini migliori e liberi". Rosachiara ci dice, quindi ,con le parole di Cremonini... Buon viaggio, per quanta strada ancora c'è da fare amerai il finale... Vogliamo ringraziare per la realizzazione di questo video,innanzitutto Rosachiara, sua mamma, la collega Vincenza Vernì e, il videomaker di Sannicandro di Bari Francesco Castellucci.